Istruire o Educare?

Non sono la stessa cosa.. sono due concetti completamente diversi.

Conoscerne l’etimologia aiuterà anche voi a usare meglio il significato. E forse a fare delle scelte migliori!

Il termine “educazione” deriva dal latino “ex-ducere” che letteralmente vuol dire TIRARE FUORI, FAR VENIRE ALLA LUCE QUALCOSA CHE E’ NASCOSTO.

“Istruzione” invece deriva sempre dal latino “in-struere” e significa INSERIRE/PORTARE DENTRO “MATERIALI”. Vuol dire inserire qualcosa dentro un contenitore. Nel caso della formazione, vuol dire inserire nozioni.

Istruire ed educare sono quindi due approcci diversi. Il primo presume un ascoltatore passivo che riceve informazioni/nozioni. Il secondo richiede invece una relazione e un ascolto da parte del soggetto non ricevente. Cioè, se voglio educare qualcuno devo ascoltarlo per capire cosa poter tirare fuori da lui. E’ una relazione, una strada da fare insieme.

Sicuramente servono entrambi le cose ma l’educazione richiede molta più energia e volontà. Forse è per questo che scarseggiano davvero i Maestri. E’ più facile e veloce rifugiarsi nel dare nozioni e non a tirare fuori uomini e donne maturi e consapevoli di sé e del mondo che li circonda che non lo subiscano ma partecipino attivamente al suo sviluppo!

Largo ai Maestri! Largo agli Educatori! Ne abbiamo bisogno!

Coraggio…entusiasmati!

Ci sono due parole stupende che fanno parte della mia vita: coraggio ed entusiasmo!

CORAGGIO: abbi cuore!

Deriva dal latino coraticum o anche cor habeo, aggettivo derivante dalla parola composta cor, cordis (cuore) e dal verbo habere (avere) e vuol dire quindi: ho cuore.

Il vero coraggio quindi è quella forza d’animo che ci viene quando facciamo le cose a cui davvero teniamo. Quella “forza segreta” che ci fa affrontare le paure e i pericoli. In fondo, come è possibile rischiare la propria vita o le proprie convinzioni per qualcosa che non crediamo davvero? Metterci il cuore nelle cose che facciamo rende possibile avere una forza in più!

ENTUSIASMO: abitato da dio!

la parola greca ἐνθουσιασμός (enthousiasmós) deriva dal verbo ἐνϑουσιάζω (essere ispirato), contenente il lemma ἔνϑεος – composto di ἐν, in, e ϑεός, dio. Cioè il dio dentro.

L’entusiasmo non è una cosa da ragazzetti. E’ uno stato molto maturo. Quelli che sono sotto la guida di Dio hanno l’entusiasmo perfetto, quello che non finisce subito e che porta frutto.

“io sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza” – Gesù – wow!